I frullati, i centrifugati e gli estratti : differenze e somiglianze!

I frullati usano come base la frutta fresca, vegetali o ortaggi e vengono addizionati all’interno del frullatore con acqua, latte o bevanda vegetale.
I cremosi (banana, pera, avocado, mela) sono detti “smoothie” invece quelli preparati con l’aggiunta di ghiaccio sono detti frappè.
Contengono molte fibre in quanto la frutta o il vegetale vengono assimilati integri e possono talvolta sostituire un pasto magari aggiungendoci della frutta secca.
Sia i centrifugati che gli estratti prevedono il solo uso di frutta, verdura e ortaggi freschi (anche con la buccia se bio).
Essendo entrambi ricchi di vitamina e sali minerali è meglio consumarli subito per evitare l’ossidazione dei componenti, tuttavia, i centrifugati tendono a “separarsi” subito  cosa che non avviene con gli estratti appena fatti.
I centrifugati contengono una minima parte di fibre la quale  verrà ulteriormente ridotta con l’uso dell’estrattore ; in entrambe i casi  si ricaverà una bevanda ricchissima di sali minerali e vitamine.
La quantità complessiva, a parità di frutta o vegetali usata, è maggiore con l’estratto perché la centrifuga produce una maggiore quantità di scarto umido.
Un’altra differenza fra i due macchinari è che la centrifuga lavora ad una maggiore velocità rispetto all’estrattore ed in questo modo si rischia di riscaldare  troppo gli ingredienti della bevanda con un possibile deterioramento delle vitamine e perdita di enzimi.
A voi la scelta a seconda delle vostre esigenze, gusti e …. dell’elettrodomestico che avete a disposizione
Buona salute a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *